in

Michelin Power Cup 2012

Tempo di lettura: 2 minuti

Un trofeo per non-professionisti che riesce ad essere più forte della crisi Michelin Power Cup pronta per la stagione 2012 Il via a Misano, il 22 aprile, con la nuova gomma che prende il nome dal trofeo Michelin Power Cup: a partire dall’edizione 2012, gomma e trofeo hanno lo stesso nome.
Cinque prove per piloti non professionisti, selezionati con lo sbarramento dei tempi, e pneumatici nuovissimi ai quali la grande azienda francese ha attribuito la stessa denominazione della formula sportiva. Anzi è stato proprio ascoltando i pareri di un campione di duecento piloti impegnati in sette campionati nazionali (spagnoli, tedeschi, francesi e italiani) che la Michelin ha progettato l’evoluzione del Power One Competion, con l’ambizioso obiettivo di migliorare tutti i parametri. Un grande meeting, organizzato al Mugello, al termine della passata stagione, per oltre 140 piloti di casa nostra, abitualmente impegnati nell’attività nazionale, ha poi offerto responsi estremamente positivi sia in termini di facilità di guida che di grip, con effetti immediati sulle prestazioni, migliorate anche sensibilmente e fin dal primo approccio.
La Michelin Power Cup è anche il trofeo di velocità più economico e conveniente per i piloti.
L’iscrizione costa 750 Euro ma da diritto a due treni di pneumatici utilizzabili per le gare, ad un kit di prodotti lubrificanti Castrol, al kit abbigliamento, all’assistenza sospensioni in circuito ed all’invito, con un accompagnatore, all’evento premiazioni finali. Il tutto inserito in un contesto organizzativo altamente professionale che accoglie e segue costantemente i piloti. Ideale anche il calendario 2012 che propone una prova al mese, da aprile ad agosto, con l’apertura a Misano il 22 aprile e poi le tappe di Vallelunga (27 maggio), Mugello (17 giugno), Varano (15 luglio) fino al gran finale, ancora sui saliscendi del Mugello, il 26 agosto. In vista del debutto di Misano, la griglia di partenza della classe 600 è al completo e sta andando verso il “tutto esaurito” anche quella della 1000.
Dunque risposta molto positiva da parte dei piloti che, valutando tutti i punti di forza di questo trofeo, gli hanno ancora una volta accordato la propria fiducia. Al di là del massimo divertimento in pista, la Michelin Power Cup gode anche di un’elevata visibilità grazie sia al prestigio del marchio sia al lavoro di comunicazione svolto dallo staff organizzatore che fa riferimento al promoter romano Daniele Alessandrini.
E’ sempre importante ricordare che, grazie al regolamento che impedisce ai driver più veloci di iscriversi alla coppa (il limite è fissato al Mugello in 1’58 per la 1000 ed in 1’58”5 per la 600), in entrambe le cilindrate si ritrovano piloti dalle prestazioni omogenee il che garantisce non solo gare equilibrate e combattute, ma mette tutti i partecipanti nella condizione di migliorare – attraverso il confronto ravvicinato – le proprie prestazioni. All’interno di ciascuna cilindrata sono previste classifiche speciali, con premiazioni in circuito, per la categoria Semistock (ovvero con potenza imposta dal regolamento e controllata al banco prova presente a tutte le gare) e per gli Over 35 ed Over 40.

Scritto da admin

Jeep Grand Cherokee SRT

Jaguar F-Type