Menu

Nuova Classe M

In tempo per il lancio sul mercato la nuova Classe M ottiene un importante riconoscimento: il SUV premium è la prima vettura della sua categoria ad ottenere la prestigiosa certificazione ambientale a norma ISO 14062. L’ente di certificazione indipendente TÜV Süd ha così riconosciuto l’impegno sul fronte della tutela ambientale, fortemente radicato nelle linee guida dell’intero Gruppo Daimler. In questo ambito, la prestigiosa Casa automobilistica non soltanto tiene conto delle ripercussioni di un veicolo sull’ambiente nella fase di puro e semplice utilizzo, ma ne esamina ed ottimizza l’intero ciclo di vita, dallo sviluppo, passando per il processo di produzione, fino al suo smaltimento. La certificazione ambientale si basa dunque su un bilancio ecologico completo di Mercedes-Benz Classe M.

La certificazione secondo la norma ISO 14062 vale per tutti i modelli Classe M; ad esempio nel caso di Mercedes-Benz ML 250 BlueTEC 4MATIC sono stati valutati, tra l’altro, il fabbisogno energetico e le emissioni prodotte su una percorrenza di 250.000 km. Il SUV si colloca dunque ai vertici del segmento come vero e proprio campione di efficienza: consuma, infatti, solo 6,0 litri di gasolio per 100 chilometri (158 g CO2/km) e, grazie all’adozione dell’innovativo sistema SCR (SCR = Selective Catalytic Reduction) con iniezione di AdBlue, soddisfa già oggi i valori previsti dalla direttiva EU 6 che entrerà in vigore nel 2014. Rispetto al suo predecessore, ML 300 CDI BlueEFFICIENCY 4MATIC, la nuova Classe M garantisce, durante tutto il ciclo di vita, il 25% (18 tonnellate) in meno di emissioni di CO2 ed il 38% in meno di emissioni di ossido di azoto, grazie alla riduzione dei consumi ed all’introduzione della tecnologia SCR, con un risparmio di energia primaria del 24%. Rispetto ad ML 280 CDI 4MATIC, introdotto sul mercato nel 2005, il risparmio in termini energetici ed ambientali risulta ancora superiore.

Marco Lasala

ReporTMotori TV

Newsletter