in

Luca Rossetti Campione d’Europa

Tempo di lettura: 2 minuti

Luca Rossetti e Matteo Chiarcossi, su Abarth Grande Punto S2000, conquistano al Rallye du Valais  la certezza matematica di essere Campioni d’Europa per la terza volta, primo equipaggio a riuscire nell’impresa nella storia della serie continentale. Il Campionato Europeo è la serie motoristica internazionale con la maggiore tradizione, la prima edizione risale infatti al 1953 mentre il Campionato del Mondo si disputa dal 1973.
Luca Rossetti dichiara: “Dedico la vittoria all’Ing. Wester (CEO dell’Abarth n.d.r.) che ha sempre creduto in me, e a tutti i ragazzi dell’Abarth. Sono orgoglioso di avere vinto questo titolo  con un’auto italiana. Per me è un onore correre con loro, spero con questo successo di averli ripagati per la fiducia. La nostra stagione è stata travagliata perché alcune volte abbiamo avuto problemi, ma questo non fa altro che dare un sapore migliore al risultato ottenuto. Ringrazio tutti quelli che hanno contribuito a questo successo, ed in particolare Michelin e la United Business, che da anni cura il mio management sportivo”.
Al Rallye du Valais, Luca Rossetti ha concluso la prima tappa in seconda posizione assoluta, primo tra i piloti del Campionato Europeo; finale di prima tappa comunque con un piccolo thriller perché a 2 chilometri dalla fine della terza prova speciale si è rotta la scatola del cambio, inconveniente che non ha comunque impedito all’equipaggio ufficiale Abarth di terminare la prima giornata di gara in testa e raccogliere i punti necessari per la conquista del titolo continentale. Il secondo giorno è partito velocissimo, balzando in testa alla classifica assoluta già dopo la prima speciale, prima di essere  costretto al ritiro da un altro guasto meccanico. Non ha quindi potuto concludere la gara, e provare a bissare la vittoria del 2010, come avrebbe desiderato per festeggiare al meglio. Luca e Matteo si godono ora il meritato successo in vista della stagione 2012.

Marco Lasala
Ultimi post di Marco Lasala (vedi tutto)

Scritto da Marco Lasala

Credo di esser nato per comunicare la mia passione per i motori: i miei primi passi li ho mossi.. su di un kart!!! Mi sono laureato in Economia e Commercio (indirizzo Marketing), ma ho iniziato a fare il giornalista da quando avevo poco più di 20 anni, scrivendo per quotidiani nazionali e riviste estere. Oggi collaboro con diverse testate specializzate nell’universo automotive, provo auto e moto, descrivo le mie sensazioni di guida, cerco di emozionare i lettori. Sono un competitivo, amo salire sul gradino più alto del podio, sono convinto che il pericolo più grande sia frenare, piuttosto che affrontare una curva a gas aperto! Il mondo dei motori è in continua evoluzione, l’elettrificato macina chilometri, ma… nella mia mente la melodia di un V12 a 8.000 giri non svanirà mai!

Seconda fila per Alonso in India

Edwards non correrà a Valencia