Menu

Seconda fila ed ottavo tempo per Badovini

Costante progresso per il  BMW Motorrad Italia Superbike TeamAyrton Badovini partirà domani dalla seconda fila con l’ottavo tempo, Lanzi si muoverà dalla quinta. In Superstock, secondo tempo per Zanetti e quinto per Barrier. L’ottavo tempo realizzato nella Superpole 3, quella conclusiva e determinante per lo schieramento, consente ad  Ayrton Badovini  di partire dalla seconda fila. Ayrton è stato costante in tutte le sessioni, il risultato e’ incoraggiante in vista della gara di domani.

Badovini ha dichiarato: “Sono contentissimo di aver disputato tutte e tre le Superpole. Mi sono divertito nella SP2 perché non ero mai stato così veloce con le gomme da qualifica. Peccato per la SP3, dove non ho sfruttato a dovere la gomma da gara. Per domani sono fiducioso perché abbiamo un buon passo e riusciamo ad essere costanti in gara”. In Superstock, bella prova di  Lorenzo Zanetti che si è inserito tra le Ducati, realizzando il secondo tempo alle spalle di Danilo Petrucci.  Sylvain Barrier, dal canto suo, grazie al quinto crono realizzato, partirà dalla seconda fila che gli consentirà di poter mantenere in partenza il contatto con i primi.

Serafino Foti, direttore sportivo del BMW Motorrad Italia Superbike Team ha dichiarato: “Ottimo il lavoro svolto da Ayrton e dalla sua squadra. Oggi le condizioni erano difficili, in quanto la temperatura dell’asfalto era elevata. Abbiamo cercato di adottare una strategia per cercare di arrivare all’ultima Superpole, raggiungendo l’obiettivo. Nell’ultima sessione non avevamo più gomme da qualifica e, quindi, abbiamo dovuto utilizzarne una da gara. Per questo motivo Ayrton non ha potuto migliorare la sua prestazione. Siamo ottimisti per la gara di domani in quanto Ayrton ha messo in evidenza un buon passo.Lanzi ha mancato la Superpole ma acquisisce sempre più fiducia nella moto e nel tracciato per lui nuovo. Domani potrà fare, quindi, una buona gara.Per quanto riguarda la Superstock, Zanetti ha migliorato notevolmente dalle prove di ieri, grazie alla soluzione di alcuni problemi. Sicuramente domani potrà lottare per un ottimo risultato anche se Petrucci con la Ducati sarà un osso duro. Anche Sylvain ha girato più veloce di ieri ma partirà dalla seconda fila”.

Marco Lasala

ReporTMotori TV

Newsletter