in

GT1 WORLD – La Maserati in Sud America alla caccia del titolo

Primo match point per i due piloti Maserati Michael Bartels e Andrea Bertolini che questo fine settimana sul circuito brasiliano di Interlagos a San Paolo – nel penultimo appuntamento del FIA GT1 World Championship – avranno la possibilità di chiudere il discorso nella classifica piloti e aggiudicarsi il titolo mondiale.
La coppia detentrice del titolo, con la Maserati MC12 N. 1 del Vitaphone Racing Team, ha infatti un vantaggio di 35 punti sul primo diretto inseguitore, il tedesco Thomas Mutsch, che nell’ultima gara disputata in Spagna sul nuovo circuito di Navarra non è riuscito ad andare a punti, consegnando un ulteriore vantaggio a Bartels/Bertolini. Questi ultimi comunque avranno ancora 40 kg di zavorra prevista dal regolamento come “success ballast”, nonostante il dimagrimento di 10 kg rispetto alla gara spagnola.
Maserati si presenta a questa doppia trasferta sudamericana con la leadership anche nella classifica a squadre (160 i punti del Vitaphone Racing Team, contro i 142 del team Reiter con Lamborghini) e nella SRO Trophy per Costruttori (233 contro i 205 di Aston Martin).
Punti accumulati grazie anche all’apporto delle altre due Maserati MC12, del Triple H Team Hegersport e della n. 2 del Vitaphone Racing Team di Miguel Ramos ed Enrique Bernoldi, con quest’ultimo motivato a ben figurare sul circuito di casa, di San Paolo, che per la prima volta ospita una gara del FIA GT.

Marco Lasala

Scritto da Marco Lasala

Credo di esser nato per comunicare la mia passione per i motori: i miei primi passi li ho mossi.. su di un kart!!! Mi sono laureato in Economia e Commercio (indirizzo Marketing), ma ho iniziato a fare il giornalista da quando avevo poco più di 20 anni, scrivendo per quotidiani nazionali e riviste estere. Oggi collaboro con diverse testate specializzate nell’universo automotive, provo auto e moto, descrivo le mie sensazioni di guida, cerco di emozionare i lettori. Sono un competitivo, amo salire sul gradino più alto del podio, sono convinto che il pericolo più grande sia frenare, piuttosto che affrontare una curva a gas aperto! Il mondo dei motori è in continua evoluzione, l’elettrificato macina chilometri, ma… nella mia mente la melodia di un V12 a 8.000 giri non svanirà mai!

Marquez in Moto2 per la stagione 2011

Le pessime condizioni meteo fermano i test Moto2 a Jerez