Menu

WSBK 2010 – Biaggi (Aprilia Alitalia) trionfa per la decima volta a Brno

Una splendida giornata di sole ha caratterizzato la nona prova dell’HANNspree Superbike World Championship disputatasi sul circuito di Brno davanti a 64.000 che hanno assistito alle cavalcate solitarie di Jonathan Rea e Max Biaggi.

Gara 1

Non ha lasciato spazio agli avversari Jonathan Rea (Hannspree Ten Kate Honda), guidando la corsa per tutti i venti giri con un margine che è andato progressivamente aumentando. Con quella di Brno sono tre le vittorie conquistate dal pilota della Honda – che sale al terzo posto in campionato – in questa stagione.

Cal Crutchlow (Yamaha Sterilgarda) ha provato a raggiungere il leader ma alla fine è stato superato anche da Max Biaggi (Aprilia Alitalia). Il romano ha gestito tutta la corsa dall’alto della sua esperienza, valutando che il secondo posto era più che soddisfacente. Buon quarto posto di Sylvain Guintoli (Suzuki Alstare) che ha preceduto Ruben Xaus (BMW) e Noriyuki Haga (Ducati Xerox). Costretto al ritiro Michel Fabrizio. Una caduta collettiva ha tolto dalla gara al primo giro Max Neukirchner, Jakub Smrz e Chris Vermeluen, mentre al quinto è scivolato Luca Scassa in quel momento ottimo settimo.

Jonathan Rea: “Nei primi giri non sapevo esattamente cosa è successo ma mi sono trovato al commando della gara! Questa vittoria la vorrei dedicare al team manager Ronald ten Kate, che purtroppo non ha potuto essere qui con noi questo weekend. Oggi sembrava che non potevo proprio sbagliare quindi è una bella vittoria. Dovevo approfittare delle debolezze di Max in alcune curve e così è stato.”

Max Biaggi: “Quando siamo arrivati a Brno venerdì non abbiamo trovato lo stesso feeling con la moto dell’ scorso anno, quindi abbiamo cercato di avvicinare l’assetto il più possibile a quello del 2009. Siamo riusciti a migliorare ma il feeling non era il massimo. Purtroppo finora il weekend è andato così, ma faremo delle modifiche per gara 2 e forse ci saranno delle sorprese.”

Cal Crutchlow: “Sono molto deluso. Sono sceso in griglia molto fiducioso, il grip ieri per noi era ottimo con il caldo ma avevamo problemi al posteriore fin dall’inizio. Johnny e Max hanno fatto davvero una bella gara, aumentando sempre il vantaggio nei miei confronti. Ho fatto il mio meglio, era l’unica cosa che potevo fare.”

Risultati: 1. Rea J. (GBR) Honda CBR1000RR 40’16.037 (161,014 kph) (B/A); 2. Biaggi M. (ITA) Aprilia RSV4 Factory 2.518 (B/A); 3. Crutchlow C. (GBR) Yamaha YZF R1 4.071 (B/A); 4. Guintoli S. (FRA) Suzuki GSX-R1000 7.160 (B/A); 5. Xaus R. (ESP) BMW S1000 RR 8.602 (B/A); 6. Haga N. (JPN) Ducati 1098R 11.379 (B/B); 7. Toseland J. (GBR) Yamaha YZF R1 11.513 (B/A); 8. Haslam L. (GBR) Suzuki GSX-R1000 16.487 (B/B); 9. Checa C. (ESP) Ducati 1098R 20.829 (B/A); 10. Lanzi L. (ITA) Ducati 1098R 25.164 (A/A); 11. Sykes T. (GBR) Kawasaki ZX 10R 32.602 (B/A); 12.Byrne S. (GBR) Ducati 1098R 36.748 (B/A); 13. Parkes B. (AUS) Honda CBR1000RR 39.183 (B/A); 14. Hayden R. (USA) Kawasaki ZX 10R 59.889 (B/A); 15. Baiocco M. (ITA) Kawasaki ZX 10R 1’05.329 (B/A)

Pirelli scelta pneumatici (Anteriore/Posteriore)

Gara 2

E’ toccato a Max Biaggi vincere con un buon margine in Gara 2. Il pilota dell’Aprilia Alitalia ha apportato delle modifiche nell’intervallo alla sua RSV4 Factory che si sono rivelate vincenti. Il pilota romano ha tenuto un passo molto veloce, scendendo ad un certo punto, anche sotto i due minuti per distanziare quello che oggi è stato il suo più serio avversario, Jonathan Rea. Il britannico è tornato quindi protagonista del campionato, scavalcando in classifica Carlos Checa. E’ purtroppo lontano da Biaggi. Al terzo posto si è piazzato Michel Fabrizio (Ducati Xerox) che ha duellato con Ruben Xaus (BMW) fino a che lo spagnolo è caduto lasciando il podio al romano. Leon Haslam (Suzuki Alstare), secondo in campionato, ha concluso, lontano, al decimo posto.

 Max Biaggi: “Conoscendo la pista e la passione miei tifosi nella Repubblica Ceca, dovevamo provare qualcosa di speciale per vincere gara 2. Abbiamo fatto delle modifiche alla distribuzione dei pesi, abbiamo messo un nuovo cambio e il risultato è stato ottimo. Questa è la decima volta che vinco a Brno, questo è il mio secondo paese ‘di casa’, adoro questo posto!”

 Jonathan Rea: “Max ha girato ad un passo per me imprendibile, stavo facendo il massimo per mantenere il secondo posto e lui comunque andava via. Per noi è stato un ottimo weekend con un primo e un secondo posto. Grazie a tutta la mia squadra, oggi hanno lavorato davvero molto per garantirmi un pacchetto vincente.”

 Michel Fabrizio: “Spero di poter continuare in questo modo per il resto della stagione. Abbiamo ottenuto un ottimo risultato in gara 2 dopo il problema tecnico della prima gara. Dovevo difendere la mia posizione nella lotta con Xaus, ma comunque sono soddisfatto di essere tornato sul podio.”

 I tempi: 1. Biaggi M. (ITA) Aprilia RSV4 Factory 38’58.149 (156,16 kph); 2. Haslam L. (GBR) Suzuki GSX-R1000 4.095; 3. Fabrizio M. (ITA) Ducati 1098R 4.631; 4. Crutchlow C. (GBR) Yamaha YZF R1 5.014; 5. Checa C. (ESP) Ducati 1098R 6.256; 6. Guintoli S. (FRA) Suzuki GSX-R1000 7.677; 7. Byrne S. (GBR) Ducati 1098R 10.144; 8. Scassa L. (ITA) Ducati 1098R 10.942; 9. Haga N. (JPN) Ducati 1098R13.640; 10. Corser T. (AUS) BMW S1000 RR 16.279; 11. Camier L. (GBR) Aprilia RSV4 Factory 17.799; 12. Rea J. (GBR)    Honda CBR1000RR 22.793; 13. Lanzi L. (ITA) Ducati 1098R 24.131; 14. Neukirchner M. (GER) Honda CBR1000RR 28.212; 15. Vermeulen C. (AUS) Kawasaki ZX 10R 36.551; 16. Sykes T. (GBR) Kawasaki ZX 10R 49.636; 17. Parkes B. (AUS)     Honda CBR1000RR 50.041; 18. Hayden R. (USA) Kawasaki ZX 10R 51.246; 19. Baiocco M. (ITA) Kawasaki ZX 10R     58.174; 20. Sandi F. (ITA) Aprilia RSV4 1000 1’10.588

 Pirelli: Race Tyre Selection (Front/Rear): All riders on same solutions with the exception of Haslam and Haga who change to the “A” rear for Race 2.

ReporTMotori TV

Newsletter