Menu

Vi sveliamo i segreti della nuova Alpine A110

Siamo al Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra e l’occasione è di quelle ghiotte, perché attorno ad una tavola rotonda, abbiamo la possibilità di ascoltare e chiedere informazioni dettagliate sulla nuova Alpine A110VAN DER SANDE MICHAEL, Direttore Generale Alpine .

Pesa solo 1080 chili, ed è lunga quasi 4 metri e venti, la Alpine A110 rappresenta una vera fuoriclasse, merito non solo di un telaio realizzato interamente in alluminio, ma anche delle soluzioni tecniche adottate, che sono fuori dal comune.

Il serbatoio carburante è dietro l’asse anteriore, il motore (si trova in posizione centrale posteriore) è un quattro cilindri in linea, turbo, con presa d’aria dinamica, che eroga una potenza massima di 252 cavalli e 320 Nm di coppia massima, il che tradotto in performance pure, significa un rapporto peso potenza di 4,3 kg/cv ed uno 0-100 km/h in soli 4,5 secondi.

Ad assecondare il temperamento sportivo della Alpine A110 ci pensa il cambio automatico doppia frizione a 7 rapporti, uno Getrag sviluppato appositamente per questa versione.

Ha prestazioni fuori dal comune, eppure la sua levigata e morbida linea è priva di appendici aerodinamiche, prodigio della galleria del vento, ma anche di tante soluzioni tecniche adottate sotto il suo leggero abito.

I freni sono stati studiati dalla Brembo e prevedono pinze in alluminio con attuatole del freno di stazionamento integrato, una novità assoluta nel panorama automobilistico mondiale, che ha permesso un risparmio di peso, di 2,5 chilogrammi.
Si è lavorato anche sui cerchi e sedili, i primi provengono dalla “Otto Fuchs” (produttore di cerchi anche per il marchio Porsche) e sono dei 18 pollici in alluminio forgiato, mentre la Sabelt ha realizzato i sedili monoscocca anteriori, dal peso di soli 13,1 chilogrammi ciascuno.

Ma quale è stato il principale obiettivo degli ingegneri francesi?
VAN DER SANDE MICHAEL , Direttore Generale Alpine, è stato chiaro: realizzare un’auto dalle caratteristiche tecniche uniche, sportive, che rievocasse i fasti di un tempo, ma da utilizzare tutti i giorni. L’ispirazione è chiara, l’obiettivo era quello di proporre una vettura leggera, sportiva ma prestazionale, con tanti punti a favore del comfort.
Tra le righe, è chiaro l’intento della Alpine : far conoscere questa vettura a chi ama guidare, emozionandolo!

In futuro ci saranno anche altri modelli e probabilmente anche una versione particolarmente spinta, priva di orpelli tecnologici.

Il prezzo di lancio della “ Alpine Premiere Edition ” è di circa 60.000 euro…

a cura di Marco Lasala
marco.lasala@reportmotori.it

ReporTMotori TV

Newsletter