in

Un super Nitro Nori Haga nelle qualifiche di Imola

Tempo di lettura: < 1 minuto

Prima fila per Nitro Nori Haga. Il pilota del PATA Racing Team mantiene i buoni propri propositi e chiude la Superpole al terzo posto, candidandosi così come uno dei favoriti per le due gare di domani. Haga, accolto dal pubblico di Imola da lunghi applausi ad ogni passaggio, è stato costantemente veloce, andando ad affinare la messa a punto della sua moto uscita dopo uscita. Il capolavoro però e’ stato fatto  nella seconda sessione di Superpole, quando dopo aver commesso un errore che non gli ha consentito di sfruttare il primo treno di gomme morbide, è rientrato ai box dove, una volta sostituiti i pneumatici, ha staccato il primo tempo. A quel punto però è stato costretto ad affrontare il terzo turno di Superpole con gomme da gara. Forte di una buona messa a punto e di una grande determinazione è riuscito a compiere il giro perfetto, uscendo dalle curve con la moto sempre di traverso e risultando terzo alla fine della sessione.

Noriyuki Haga – Aprilia RSV4R #41 – ”E stata una giornata nella quale abbiamo lavorato bene sulla moto e sulla messa a punto. Questa è una pista molto difficile, dove è importante preparare al meglio la corsa. Sono molto soddisfatto, soprattutto del terzo     turno di Superpole, dove con gomma da gara sono riuscito ad essere efficace. E’ un dato molto positivo in vista di domani, quando puntero’ a salire     nuovamente sul podio anche se so che non sarà un impresa facile”.

Marco Lasala

Scritto da Marco Lasala

Credo di esser nato per comunicare la mia passione per i motori: i miei primi passi li ho mossi.. su di un kart!!! Mi sono laureato in Economia e Commercio (indirizzo Marketing), ma ho iniziato a fare il giornalista da quando avevo poco più di 20 anni, scrivendo per quotidiani nazionali e riviste estere. Oggi collaboro con diverse testate specializzate nell’universo automotive, provo auto e moto, descrivo le mie sensazioni di guida, cerco di emozionare i lettori. Sono un competitivo, amo salire sul gradino più alto del podio, sono convinto che il pericolo più grande sia frenare, piuttosto che affrontare una curva a gas aperto! Il mondo dei motori è in continua evoluzione, l’elettrificato macina chilometri, ma… nella mia mente la melodia di un V12 a 8.000 giri non svanirà mai!

Un Superpole da cardiopalma ad Imola

Ed è pole per Broc Parkes nella Supersport