in

Volvo C30 Black Design

Tempo di lettura: 2 minuti

La nuova Volvo C3′ nella versione “Black Design” è un’esclusiva per il nostro mercato.Quello delle vetture a effetto bicolore con evidente presenza del carbonio è un tema che oggi va per la maggiore, specialmente fra le vetture compatte e di impostazione sportiva. Il carbon look è un trend evidente al quale Volvo si accosta proponendo una serie speciale della propria “piccola” di famiglia.
Volvo C30 è un prodotto che per la propria linea e per le caratteristiche dinamiche si presta particolarmente ad una personalizzazione come quella fornita dall’impiego del carbon look.
Volvo C30 Black Design nasce da una proposta e un’idea condivisa fra Volvo Auto Italia e Eidon, azienda che opera nel settore della realizzazione di serie speciali. L’allestimento della vettura, con la posa degli elementi ai quali è affidato l’effetto carbon look, è invece ad opera dei tecnici di Berman, azienda specializzata in componentistica automobilistica.
L’effetto carbon look è ottenuto mediate l’applicazione di una pellicola di materiale Di-Noc prodotto dalla ditta 3 Emme. La pellicola è posata su tetto, montanti laterali, cornice della griglia sulla calandra, calotte degli specchietti retrovisori esterni.
Il look sportivo di Volvo C30 Black Design è poi completato da cerchi sportivi da 17″ colore nero opaco prodotti da Fondmetal, azienda leader del settore.
All’interno, l’allestimento prevede la presenza di loghi Black Design sui battitacco e su piastrine poste sui tappetini.
Volvo C30 Black Design viene realizzata partendo da una variante base arricchita dei seguenti elementi (che si aggiungono ovviamente al carbon look):cerchi in lega da 17″ (contro i 16″ di serie), luci diurne a led (day running lights) al posto del fendinebbia,rivestimenti interni in combinazione tessuto / T-tech,telo copribagagliaio rigido.

Marco Lasala

Scritto da Marco Lasala

Credo di esser nato per comunicare la mia passione per i motori: i miei primi passi li ho mossi.. su di un kart!!! Mi sono laureato in Economia e Commercio (indirizzo Marketing), ma ho iniziato a fare il giornalista da quando avevo poco più di 20 anni, scrivendo per quotidiani nazionali e riviste estere. Oggi collaboro con diverse testate specializzate nell’universo automotive, provo auto e moto, descrivo le mie sensazioni di guida, cerco di emozionare i lettori. Sono un competitivo, amo salire sul gradino più alto del podio, sono convinto che il pericolo più grande sia frenare, piuttosto che affrontare una curva a gas aperto! Il mondo dei motori è in continua evoluzione, l’elettrificato macina chilometri, ma… nella mia mente la melodia di un V12 a 8.000 giri non svanirà mai!

Honda NSF100 Cup

Alonso e Ferrari insieme fino al 2016