in

Pedane LighTech “Limited Edition”

LighTech conquista anche l’Eicma 2010, abbinando purezza del design e qualità dei materiali alle pedane pilota.
Prodotte in serie limitata di solo 100 esemplari, le pedane “Limited Edition” sono realizzate attraverso l’impiego di Ergal 7075 ed utilizzano l’esclusivo sistemaLighTech “Track system”, che identifica un particolare metodo di costruzione utilizzato dall’azienda trevigiana con la finalità di ottenere da un unico blocco l’intero corpo della pedana, garantendo così una eccezionale rigidità e durata nel tempo.
Piastre, leve e paratacchi sono ricavati dal pieno con lavorazioni Cad-Cam, con i cuscinetti ad alta qualità che garantiscono un’ottima resistenza anche durante le più forti sollecitazioni in pista e su strada.
Tutta la viteria utilizzata è in Titanio Grado 5: siamo al cospetto di un oggetto che entrerebbe di diritto in una galleria d’arte!
Anche la confezione è frutto di un accurato studio stilistico, è in alluminio e riporta il logo LighTech inciso al laser.
Due le versioni disponibili: Nero opaco con profilo piastrina rosso oppure Silver con contrasto nero.
Le pedane LighTech “Limited Edition” completamente regolabili, dispongono di poggiapiedi e puntalini leve pieghevoli. Oltre che per Aprilia RSV4, sono già disponibili anche per BMW S1000R e presto per Ducati 1198, Yamaha R1 e Honda CBR 1000.
Il prezzo al pubblico per quelle della Aprilia RSV4 è di 575 € + Iva.

Marco Lasala
Ultimi post di Marco Lasala (vedi tutto)

Scritto da Marco Lasala

Credo di esser nato per comunicare la mia passione per i motori: i miei primi passi li ho mossi.. su di un kart!!! Mi sono laureato in Economia e Commercio (indirizzo Marketing), ma ho iniziato a fare il giornalista da quando avevo poco più di 20 anni, scrivendo per quotidiani nazionali e riviste estere. Oggi collaboro con diverse testate specializzate nell’universo automotive, provo auto e moto, descrivo le mie sensazioni di guida, cerco di emozionare i lettori. Sono un competitivo, amo salire sul gradino più alto del podio, sono convinto che il pericolo più grande sia frenare, piuttosto che affrontare una curva a gas aperto! Il mondo dei motori è in continua evoluzione, l’elettrificato macina chilometri, ma… nella mia mente la melodia di un V12 a 8.000 giri non svanirà mai!

Straordinaria prestazione di Scassa durante le prove della Supersport

BMW G 650 GS