Menu

Nuova Chevrolet Corvette C8 Stingray 2020

Chevrolet Corvette C8 Stingray 2020

Ritorna più aggressiva che mai la nuova Chevrolet Corvette C8 Stingray .

Nuova, totalmente diversa dal passato, la Nuova Chevrolet Corvette C8 Stingray 2020 porta ad un nuovo livello di prestazioni il marchio americano.

Minor peso, migliore distribuzioni delle masse, maggiore reattività, la posizione del guidatore ora è molto più vicina all’asse anteriore, per un controllo diretto della vettura.

Nel classico 0-100 km/h impiega meno di tre secondi in presenza del pacchetto Z51!

Il cuore della nuova C8 Stingray è il motore V8 da 6 litri di nuova generazione.

Si tratta dell’unità 6.2L Small Block della Chevy, l’unico V-8 aspirato nel segmento.

Produce una potenza massima di 495 CV (369 kW) e 637 Nm (470 lb-ft) di coppia massima: è la più potente e veloce Corvette mai prodotta!

Jordan Lee, capo ingegnere capo GM dei motori Small Block
“Il motore LT2 è stato progettato per offrire un’eccellente coppia ai bassi regimi ed una potenza elevata per dare una risposta immediata in caso di richiesta di potenza da parte del guidatore.”

La posizione bassa del gruppo propulsore consente un baricentro basso per una maneggevolezza ottimale.

Forse il più grande aggiornamento si trova nel sistema di lubrificazione e raffreddamento.

Per la prima volta in assoluto, la Stingray utilizzerà un sistema di lubrificazione a carter secco montato sul motore e tre pompe per migliorare le prestazioni in pista.

Durante la guida in pista, il volume dell’olio rimane elevato per evitare prestazioni ridotte.

La capacità della nuova C8 è notevolmente migliorata, quindi il sistema di lubrificazione a carter secco dell’LT2 è stato riprogettato per fornire prestazioni del motore eccezionali anche a livelli di accelerazione laterale superiori a 1G in tutte le direzioni.

Un pannello in vetro con uno spessore di 3,2 mm consente una rapida ispezione del motore, elemento che favorisce anche lo smaltimento rapido del calore.

Ogni parte, compresi i collettori di scarico e terminali, le tubazioni del impianto di raffreddamento, persino la viteria, è stata totalmente rivista anche dal punto di vista estetico, le cromature abbondando.

La coppa dell’olio a basso profilo che riduce la massa, la capacità del radiatore dell’olio è aumentata del 25%.

I coperchi delle valvole sono state verniciate in rosso, per esaltarne anche la grinta!

Ora le modalità di guida sono passate da quattro a sei: restano le modalità Weather, Tour, Sport e Track mentre arrivano due nuove impostazioni:
MyMode che rappresenta la modalità di guida totalmente personalizzabile dal guidatore;
ZMode che prende il nome dai famosi pacchetti prestazionali presenti sulle Corvette Z06, ZR1 e Z51, modalità che veniva attivata tramite il pulsante “Z” posto sulla razza del volante.
Questa è una modalità estremamente “personale” che porta le configurazioni MyMode ad un ulteriore step, perché consente di settare anche parametri che riguardano motore e trasmissione.

Altre importanti novità riguardano l’abitacolo:
– il sistema di infotainment di nuova generazione è più veloce e semplice, con un display in HD;
– presenza del dispositivo Bluetooth con Near Field Communication.
– ricarica ad induzione smartphone;
– riconoscimento vocale con funzione di apprendimento;
– calcolo del traffico in tempo reale
– volante riscaldato,
– impianto audio Bose Performance Series a 14 altoparlanti con subwoofer;
– possibilità di utilizzare il sistema Performance Record che analizza le prestazioni in pista registrando il giro veloce attraverso una dash cam posto nella parte frontale della vettura.

ReporTMotori TV

Newsletter