Menu

Penalità di 5 secondi a Vettel: vince in Canada Hamilton

lewis hamilton canada

Una gara surreale quella che ha visto protagonisti Sebastian Vettel e Lewis Hamilton nel Gran Premio del Canada.

Due piloti velocissimi, due vetture taglienti, con un Vettel che taglia il traguardo in prima posizione ma che è anche “vittima” di una penalità, discutibile, a seguito di una manovra su Hamilton 

Al giro 48, Vettel perde il controllo del posteriore della sua Ferrari SF90 , esattamente alla curva 3.

Recupera la monoposto rientrando in curva 4, dopo esser finito sull’erba…

Rientrando chiude la traiettoria ad Hamilton,  pilota che è costretta ad alzare il gas per evitare di colpirlo. 

La commissione decide che quella manovra ha portato vantaggio al pilota Ferrari, portando fuori strada l’inglese: Vettel subirà una penalità di cinque secondi da aggiungere al tempo di gara. 

Sebastian Vettel taglia così il traguardo in prima pozione davanti Hamilton e Leclerc ma la penalità lo farà retrocedere in seconda posizione. 

Sebastian Vettel #5
“Credo che siamo stati protagonisti di una grande gara e che la decisione dei giudici sia stata troppo severa.
In curva 3 ho perso il controllo della mia vettura e sono stato costretto ad andare lungo sull’erba rientrando in curva 4 davanti a Lewis.
Non ho visto dove lui fosse, ero troppo impegnato a tenere in pista la mia monoposto senza andare a sbattere e non l’ho stretto di proposito.
Credo che per il weekend che abbiamo disputato, e anche se i nostri rivali sul passo gara si sono dimostrati molto forti, avremmo meritato la vittoria e mi pare di aver capito che molto del pubblico presente oggi in circuito la pensasse come me. È sempre bello correre in Canada, sento molto il supporto da parte della gente e sarebbe stato splendido regalare a tutti i nostri tifosi la prima grande gioia della stagione”.

Mattia Binotto Team Principal
“In questo momento non possiamo che essere delusi, come squadra nel complesso ma soprattutto pensando a Sebastian e al pubblico.
Per quanto riguarda Seb, penso che non avrebbe potuto fare nulla di diverso da quello che ha fatto, motivo per cui abbiamo deciso di appellarci alla decisione degli steward.
Lasciamo il Canada con la consapevolezza che oggi, come per tutto il weekend, abbiamo dimostrato di essere competitivi e questo ha dato una dose di fiducia a tutta la squadra”.

ReporTMotori TV

Newsletter