Al Mugello due Ducati DesmosediciGP velocissime - ReportMotori.it
Menu

Al Mugello due Ducati DesmosediciGP velocissime

Danilo Petrucci

Al Mugello, due Ducati competitive, con Danilo Petrucci che partirà in terza posizione, mentre Dovizioso nono.

Non è stata una sessione di qualifiche positiva al Mugello per il Team Italiano, dove le due Ducati DesmosediciGP si sono dimostrate velocissime, con un Dovizioso che ahimè ha subito un attacco non proprio “corretto” da parte Marc Marquez .

Tutto ai limiti del regolamento se non altro per un Marquez che ha candidamente rivelato di aver utilizzato una tattica astuta.

Velocissimo lo spagnolo, con i due piloti italiani che partiranno in prima fila e terza.

Danilo Petrucci (#9 Mission Winnow Ducati) – 1:45.881 (3º)
“Sono molto felice per questa prima fila, perché dopo aver siglato il record provvisorio al mattino era davvero importante concretizzare il nostro potenziale anche in qualifica.
Prima di entrare in pista per la Q2, il mio obiettivo era di fare un crono di 1:45.8 per centrare la prima fila, cosa che effettivamente è successa e mi dà grande soddisfazione, anche se qualcuno è riuscito a fare leggermente meglio.
Mi aspetto una gara dura domani, perché fisicamente non sono ancora al 100% a causa di un brutto raffreddore.
Dopo alcuni giri sento la fatica, ma il nostro passo sembra buono ed il supporto dei tanti tifosi mi darà sicuramente delle energie in più.
Sarà fondamentale partire bene e poi proveremo a giocarci al meglio le nostre carte”.

Andrea Dovizioso (#04 Mission Winnow Ducati) – 1:46.293 (9º)
“A livello di passo gara siamo competitivi, ma purtroppo oggi abbiamo faticato sul giro singolo, cosa che ha un po’ complicato i nostri piani ma ci ha anche aiutato a capire come migliorare il setup della Desmosedici GP nel corso della FP4, come dimostra anche il buon tempo ottenuto in Q1.
Purtroppo nella sessione decisiva non sono riuscito a spingere al massimo perché c’era tanto traffico in pista e non è stato facile mettere insieme un giro pulito.
La seconda fila era alla nostra portata: domani dovremo recuperare subito posizioni e tenere un buon ritmo fin dall’inizio.
Viste le condizioni, sarà innanzitutto fondamentale scegliere la gomma giusta per la gara, dopodiché potremo dire la nostra”.

ReporTMotori TV

Newsletter