Consenso sui Cookie e Privacy

Menu

Record a Laguna Seca per la Jaguar XE SV Project 8

La Jaguar XE SV Project 8 ha confermato il suo status di berlina quattro porte più veloce del mondo, stabilendo un nuovo record su pista. 

Guidata dal pilota Randy Pobst, la Jaguar XE SV Project 8 da 600 CV e oltre 320 km/h di velocità massima, ha percorso le 2,238 miglia (3,6 km) del tracciato di WeatherTech Raceway Laguna Seca in 1 minuto e 37,54 secondi, quasi un secondo in meno rispetto al precedente record.

Berlina con autentiche prestazioni da supercar, la XE SV Project 8 è la Jaguar più estrema mai prodotta fino ad oggi. Gli ingegneri della divisione Special Vehicle Operations di Jaguar Land Rover hanno affinato le sue incredibili performance su alcuni dei circuiti più entusiasmanti del mondo, come il rinomato Nürburgring Nordschleife. Alla fine dello scorso anno, la XE SV Project 8 ha percorso le 12,9 miglia (20,76 km) del tracciato tedesco con il tempo record di 7 minuti e 21,23 secondi. 

Michael van der Sande, Jaguar Land Rover Special Operations Managing Director, ha detto: “Questo giro da record effettuato a Laguna Seca è un’altra dimostrazione del potenziale prestazionale della Jaguar XE SV Project 8.

“Progettata, ingegnerizzata e assemblata a mano dalla divisione Special Vehicle Operations, questa potente berlina è l’auto ideale per i guidatori più esigenti e appassionati.”

La Project 8 è la massima espressione delle berline sportive Jaguar. Partendo dalla monoscocca in alluminio della XE standard, ognuno dei 300 esemplari della Project 8 viene costruito a mano nel Technical Centre della divisione Special Vehicle Operations di Coventry. I primi interventi eseguiti sulla vettura riguardano il posizionamento di un nuovo differenziale posteriore e le modifiche strutturali per l’alloggiamento del propulsore 5,0 litri V8 sovralimentato. 

A differenza della maggior parte delle berline ad alte prestazioni, la XE SV Project 8 non solo dispone della trazione integrale ma anche di tutta una serie di specifiche tecnologie provenienti dal mondo delle competizioni, come i cuscinetti ceramici in stile Formula 1, l’altezza da terra e la campanatura regolabili.  

I parafanghi anteriori e posteriori sono stati modificati per poter accogliere le ruote maggiorate, rese necessarie dalla presenza dei grandi dischi dei freni. L’enorme potenza del V8 viene trasmessa ai quattro pneumatici Michelin Pilot Sport Cup 2 attraverso una trasmissione automatica Quickshift ZF a 8 rapporti. Questo cambio contribuisce a spingere l’auto da 0 a 100 km/h in 3,7 secondi e a raggiungere una velocità massima, limitata elettronicamente, di oltre 320 km/h.  

Per raggiungere queste prestazioni, sulla vettura sono stati apportati degli esclusivi miglioramenti sia all’aerodinamica e sia al sistema di sospensioni. In particolare, è stata introdotta la modalità “Track”, che massimizza il carico aerodinamico, migliorando ulteriormente anche lo smorzamento e la risposta sia dell’acceleratore che dello sterzo.  

La Project 8 è disponibile in due varianti. La versione quattro posti standard è equipaggiata con sedili sportivi Performance dall’intelaiatura in magnesio, oltre ad uno schienale posteriore più sagomato per aumentare il supporto. L’opzionale versione due posti Track Pack prevede sedili in fibra di carbonio con sistema di ritenuta a quattro punti, fissato al telaio di protezione (Harness Retention Hoop) al posto dei sedili posteriori

La Project 8 ha un prezzo di partenza di circa 170.000 euro.

ReporTMotori TV

Newsletter

ReportMotori Magazine