Velocità massima superiore ai 410 km/h per la Rimac C_Two

 Rimac C_Two Progettata dal team della Rimac e realizzata interamente partendo da zero, la nuova supercar vanta tecnologie innovative e rivoluzionarie: parliamo della C_Two !!!

Caratterizzato da un monoscocca interamente in fibra di carbonio con tetto in carbonio, incollato, batteria integrata e controtelaio posteriore in carbonio, la Rimac C_Two non ha eguali nel mondo automotive.

La sua struttura integralmente in fibra di carbonio la rende rigida, leggera e resistente agli impatti laterali e frontali.

Le sospensioni a doppio braccio oscillante con ammortizzatori comandati elettronicamente con regolazione attiva dell’altezza, offrono una guida fluida e confortevole, con quattro motori elettrici che alimentano ogni singola ruota, offrendo una trazione integrale senza precedenti .

La Rimac C_Two ha una coppia motrice incredibile, in grado non solo di assicurarle una ripresa da record ma anche accelerazioni degne di una monoposto di Formula 1.

Accuratamente integrati nella carrozzeria sinuosa e futuristica, ci sono una serie di profili alari attivi nel cofano, che alterano il profilo aerodinamico della C_Two .

L’ala posteriore ad inclinazione variabile, fornisce un carico aerodinamico perfetto a seconda della velocità.

Anche i cerchi in lega leggera hanno una funzione aerodinamica, offrendo un adeguato raffreddamento all’impianto frenante ed incanalando l’aria verso condotti aria appositamente realizzati.

Per sfruttare i 1.914 CV (1.408 kW) di potenza massima ed i 2.300 Nm di coppia – due volte e mezzo la coppia erogata da un’ipercar contemporanea, la Rimac C_Two è dotata di un’elettronica avanzatissima.

Il sistema R-AWTV (Rimac All-Wheel Torque Vectoring) sostituisce il tradizionale programma di stabilità elettronica e il sistema di controllo della trazione e consente risposte dinamiche variabili all’infinito, per soddisfare anche i conducenti più esigenti.

C_Two è equipaggiata con un evolutissimo impianto frenante: i grandi dischi freno in carboceramica , dei Brembo CCMR da 390 mm e le pinze a sei pistoncini presenti su entrambi gli assali anteriore e posteriore, consentono una decelerazione potente e priva di affaticamento.

Con una velocità massima di 258 mph (412 km / h), un tempo da zero a 60 mph in 1,85  secondi e un tempo da zero a 100 mph (161 km / h) di 4,3 , la Rimac C_Two attualmente è la hypercar più veloce del pianeta!!!

Redazione
redazione@reportmotori.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Recent Posts

Nuovo stile e tecnologia per la futura Renault Captur

Si lavora a ritmo serrato in casa Renault per testare su strada la futura e nuova Captur , crossover di successo...

In arrivo la nuova Lamborghini Huracan 2019

Novità in arrivo in casa Lamborghini, pronta a lanciare sul mercato la rinnovata Huracan, uno dei suoi modelli più performanti...

Ottava posizione per Valentino Rossi ad Aragon

Valentino Rossi e Maverick Viñales hanno mostrato la loro grinta durante il caldo Gran Premio Movistar de Aragón. Spingendo al...

Gara sfortunata ad Aragon per Jorge Lorenzo

Gara decisamente sfortunata per Jorge Lorenzo che scattava dalla pole position, andato lungo alla frenata della prima curva, finendo sullo sporco,...

Ad Aragon vince Marquez seguono Dovizioso e Iannone

Una gara straordinaria, un duello fine alla fine che ha visto come protagonisti Marc Marquez , Andrea Dovizioso e Andrea...

Nelle qualifiche di Aragon un Lorenzo e Dovizioso da pole!

Splendida doppietta ad Aragón per i piloti del Ducati Team. Al termine di un’emozionante sessione di qualifica Jorge Lorenzo ottiene...

Nulla è impossibile per la nuova Suzuki Jimny

Arriva anche in Italia la quarta generazione della Suzuki Jimny , auto da sempre icona del mondo off-road.  Un vero...

La rivoluzionaria Peugeot e-LEGEND Concept

Grande protagonista di tutte le rivoluzioni tecnologiche, PEUGEOT affronta con serenità quella della transizione energetica, con la convinzione che sarà...