Consenso sui Cookie e Privacy

Menu

Volkswagen punta sul Diesel Ibrido con il suo nuovo 2 litri TDI

ea288 evoLa Volkswagen sta anche portando il motore Diesel nel futuro.

A Vienna, la Casa di Wolfsburg ha mostrato le potenzialità di questa alimentazione con la nuova serie di motori 2 litri TDI EA288 Evo .

Prima volta per la Marca, il 2.0 TDI a quattro cilindri sarà anche disponibile in abbinamento a sistemi ibridi; l ’EA288 Evo nascerà come mild hybrid associato a uno starter generator a 12 V. Insieme a una batteria agli ioni di litio, il sistema mild hybrid riduce il consumo di carburante e migliora il comfort. I nuovi TDI si distinguono in ogni circostanza soprattutto per le emissioni estremamente ridotte che, chiaramente, rispettano i limiti attuali e futuri delle certificazioni WLTP e RDE.

I motori TDI sviluppati dalla Volkswagen, con potenze da 136 a 204 CV, saranno impiegati sui suoi veicoli e su quelli di altre marche del Gruppo.

Con la famiglia EA288 Evo , la Volkswagen ha sviluppato un’offerta di motori Turbodiesel molto avanzati. Il processo di combustione è stato riprogettato e ottimizzato sia in termini di consumi, sia in termini di emissioni. Inoltre, l’efficienza e la risposta del turbocompressore sono state significativamente migliorate. I componenti di post-trattamento dei fumi – tra cui filtro anti particolato DPF e trattamento dei NOX con riduzione catalitica selettiva SCR – sono stati ridimensionati e migliorati in termini di effetti ed efficacia nel tempo. Sono state ridotte le perdite da attrito e da calore, oltre al peso. La Volkswagen ha inoltre diminuito le emissioni di CO2 dei motori EA288 Evo fino a 10 g/km rispetto alla generazione precedente. In conseguenza delle misure adottate, questi nuovi TDI generano emissioni nettamente inferiori rispetto agli attuali limiti legislativi. Nel mentre, i valori di potenza e coppia sono saliti fino al 9%.

ReporTMotori TV

Newsletter

ReportMotori Magazine