Modaiola ed ibrida: nasce la nuova Suzuki Ignis Ginza

suzuki ignis ginzaDopo le “passerelle”, come concept tra il pubblico e gli addetti ai lavori del Salone del Valentino e del Motor Show di Bologna, Suzuki IGNIS GINZA arriva ora sul mercato come Limited Edition . Realizzata in soli 100 esemplari, numerati da un’etichetta ricamata sul poggiatesta lato guidatore, questa serie speciale veste alcuni elementi della carrozzeria e dei sedili con una raffinata trama pied-de-poule. Il SUV ultracompatto di Hamamatsu mette così in risalto il lato fashion del suo carattere ed è più che mai pronto ad attirare nuovi sguardi tra le vie delle città.

Suzuki IGNIS GINZA porta il nome del celebre quartiere della moda di Tokyo, polo del lusso, della moda e della tecnologia. La Limited Edition GINZA è proposta esclusivamente con la vernice metallizzata extra serie Bianco Artico, ha il logo GINZA sul montante B, il listello frontale in tinta e le coppe degli specchietti retrovisori ornate dal motivo pied-de-poule. La stessa trama, utilizzata in tante collezioni dagli stilisti più prestigiosi, riveste la parte centrale dei sedili anteriori e posteriori, mentre i lati sono in morbida ecopelle nera. La consolle centrale e le maniglie porte sono “vestite” con finitura Titanium, abbinate alle cuciture dei sedili e al profilo inconfondibile di IGNIS, ricucito nello stesso colore sui poggiatesta anteriori. Infine la personalizzazione viene “firmata” da un’etichetta ricamata con numero di serie in rosso.

IGNIS GINZA interpreta la moda con il suo design iconico, in modo chic ed elegante, dimostrando ancora una volta di essere l’unico SUV ultra compatto più eclettico del mercato.

Il lusso è di serie
Allestita sulla base della versione iTop, IGNIS GINZA dispone di una dotazione completa, che rispecchia la filosofia Suzuki “tutto di serie senza sorprese”. L’equipaggiamento comprende, infatti, dispositivi e accessori proposti di solito su auto di segmento superiore, come i sistemi di sicurezza attiva “attentofrena” (Active Emergency Brake), “restasveglio” (Weaving Alert Function) e “guidadritto” (Lane Departure Warning) grazie alla tecnologia a doppia camera DCBS (Dual Camera Brake System).

A questi si aggiungono:
– sistema Infotainment con schermo touchscreen da 7’’
– navigatore
– Bluetooth
– radio DAB+, USB e AUX-IN
– connettività smartphone con Android Auto, Apple CarPlay e MirrorLink
– climatizzatore automatico
– cruise control
– volante multifunzione rivestito in pelle
– sistema “chiavintasca” (Keyless)
– fari full LED con sensore crepuscolare e ai fendinebbia
– cerchi in lega da 16”
– privacy glass
– sedili anteriori riscaldabili
– sedili posteriori sdoppiabili in modo indipendente, scorrevoli e frazionabili 50:50.

Il meglio della tecnologia Suzuki
Per sottolineare la raffinatezza e la vocazione urbana della Limited Edition GINZA, Suzuki ha scelto di equipaggiarla con la tecnologia Suzuki HYBRID: questo innovativo sistema ibrido ha permesso alla Casa di Hamamatsu di raggiungere la seconda posizione per vendite di auto ibride in Italia. Con la tecnologia Suzuki HYBRID, il sistema ibrido assiste il motore termico utilizzando il dispositivo Integrated Starter Generator (ISG), che possiede una funzione elettrica e una batteria agli ioni di litio ad elevata capacità. Il dispositivo svolge le funzioni di generatore di corrente, motorino di avviamento e motore elettrico. Ad alimentarlo è un pacco di batterie agli ioni di litio leggero e compatto, alloggiato sotto il sedile di guida per non togliere spazio ai passeggeri o ai bagagli.
Le batterie accumulano l’energia recuperata nelle fasi di decelerazione e la mettono poi a disposizione durante le partenze e in fase di accelerazione.
Ciò consente di ridurre i consumi e rende la progressione incredibilmente brillante e lineare.
La tecnologia Suzuki HYBRID è dunque l’ibrido del futuro, perché non richiede interventi o attenzioni da parte del pilota né ricariche esterne e interviene in modo efficace e puntuale solo quando serve.

Un’occasione imperdibile
IGNIS GINZA può essere ordinata con trazione anteriore oppure con l’efficiente trazione integrale a giunto viscoso 4WD ALLGRIP AUTO. Questo tipo di trasmissione ripartisce automaticamente la forza motrice sui due assi in caso di fondi a bassa aderenza e permette di affrontare al meglio ogni tipo di terreno. Entrambi gli schemi di trasmissione sono associati a un cambio manuale.

Il prezzo di Suzuki IGNIS GINZA 1.2 HYBRID 2WD è di 18.950 €, mentre la variante 4WD ALLGRIP ha un listino di 20.450 € (prezzi chiavi in mano, IPT esclusa). Si tratta di un’occasione unica per mettersi al volante di una versione esclusiva e ricercata. Senza dimenticare che, come tutti i modelli della Suzuki HYBRID Generation, IGNIS GINZA 1.2 HYBRID beneficia dei vantaggi fiscali e delle agevolazioni che molte Regioni e Comuni italiani riconoscono alle auto ibride.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Recent Posts

Un SUV Ibrido, integrale e da oltre 600 cavalli: pronta l’ Audi RS Q8

Continuano i test in casa Audi dei futuri modelli RS e se la Q8 rappresenta una novità la sua anima...

Efficienza, personalità e sguardo al futuro: nuova Jeep Renegade M.Y. 2019

Ha un look reso attuale da piccoli ma mirati interventi che ne hanno reso l'estetica ancora più coinvolgente e personale:...

Pronto il nuovo missile inglese terra-terra: la McLaren 600LT

Dopo il recente debutto della 570S è tempo di una nuova prestazionale supercar, questa volta decisamente più coinvolgente vista anche...

Sarà Katrin ADT il nuovo CEO di smart a partire dal mese di Settembre

Una difficile "eredità", così Daimler annuncia che sarà Katrin ADT il nuovo CEO del marchio Smart . A partire da...

F1 GP Francia: Hamilton domina e vince su Verstappen e Raikkonen

Lewis Hamilton c’è, domina, controlla e vince il GP di Francia a Le Castellet, davanti a Max Verstappen secondo e...

Per la nuova Lamborghini Aventador un futuro ibrido ed aspirato

Sarà una scelta inesorabile, perché oramai, l'elettrificazione riguarderà ogni nuovo modello di auto, a cominciare da quelle più veloci e...

La Renault Megane RS Trophy 300 tenta il record al Nurburgring

L'intento è di battere il record del giro, al Nurburgring, per le berline di serie a trazione anteriore: la Renault...

Restaurata dal Lamborghini Polo Storico una rarissima Miura SVR

Una delle Lamborghini più famose della storia, vuoi per la sua cattiveria, vuoi perché a livello progettuale ha segnato la...