Il Monte Grappa accoglie la gamma SUV di Mercedes-Benz

Mercedes-Benz #SUVAttackUna Stella a tre punte che continua a brillare sotto una bufera di neve: questo lo scenario andato in onda sul Monte Grappa, una cornice che ha messo a dura prova, con un esito eccellente, l’intera gamma SUV Mercedes-Benz .

Non c’è ostacolo che minaccia l’avanzata di oltre venti anni di storia, era il 1997 quando sui mercati mondiali, debutta la prima generazione di quella che sarebbe stata la regina di casa Mercedes-Benz , per molti anni; la Classe M diventa in breve tempo un’autentica icona di successo.

Risale al 1979 il primo esempio di veicolo di casa Mercedes-Benz , in grado di abbinare un’estetica ed una personalità vincente, a doti in off-road sorprendenti, la Classe G apre la strada a quelli che sarebbero stati i futuri SUV nel mondo automotive.

1993, al Nais di Detroit, arriva la Concept AAVision, un sasso che Mercedes-Benz lancia in un mondo fino all’ora inesplorato, vetture dal piglio sportivo, in grado di abbinare ottime doti stradali, ad un comfort da vettura di lusso, senza rinnegare una marcata disinvoltura nel fuoristrada.

Mercedes-Benz #SUVAttackLa Classe M fu commercializzata nel Maggio del 1997 e da allora il suo successo è stato inesorabile, la sua trazione integrale, unitamente ad un’elevata altezza dal suolo ed a una spaziosità enorme, sono i punti di forza, di un’auto che per anni rappresenterà il SUV in Italia.

Era la W163 , auto dotata di sospensioni a ruote indipendenti, sull’asse anteriore e posteriore, della trazione integrale permanente ETS, un dispositivo elettronico questo, che al contrario dei classici differenziali autobloccanti, interviene elettronicamente frenando la ruota che perde aderenza, assicurando così sicurezza e stabilità di marcia.

Nel 1997, sulla Classe M arriva il V6 da 3,2 litri, un motore totalmente nuovo, in grado di regalare al SUV di casa Mercedes-Benz ancora più esclusività e prestigio. Nel 1998, la gamma della Mercedes-Benz Classe M viene rinforzata dall’arrivo della ML 230 (motore quattro cilindri da 150 cavalli), motorizzazione che si affiancherà alla ML 320 ( V6 da 218 cavalli), alla ML 270 CDI (163 cavalli) ed alla potente ML 55 AMG da 347 cavalli.

Arriviamo nel 2005, quando arriva la seconda generazione di Classe M , la W 164 , SUV costruito nel 2005 nella fabbrica di Tuscaloosa: la nuova punta di diamante di Stoccarda ha la carrozzeria autoportante, un’aumentata rigidità torsionale e nuove motorizzazioni: si spazia dalla ML 280 CDI 4Matic (190 CV) alla ML 63 AMG 4Matic (510 cavalli).
Nel 2009, Mercedes-Benz presenta in occasione del New York International Auto Show un novità di assoluto rilievo: la ML 450 Hybrid , vettura che abbina ad una motore a benzina, un potente V6, due motori elettrici, per una potenza complessiva di 340 cavalli!

Arriviamo nel 2011 alla terza generazione di Classe M, la W 166, vettura presentata al Salone Internazionale dell’Auto di Francoforte, SUV che nel 2015, con il restyling ( W 166) assumerà al denominazione di GLE.

Mercedes-Benz #SUVAttackProva su strada
Siamo a Bassano, l’obiettivo è quello di raggiungere il Monte Grappa, ad oltre 1.700 mt di altezza, sotto una abbondante nevicata, sicuri che ancora una volta la trazione 4Matic giocherà un ruolo fondamentale nell’assicurarci sicurezza, trazione e… meta!
Tutta la gamma SUV di casa Mercedes-Benz è schierata, pronta ad accompagnare la stampa specialistica in una di quei test drive che difficilmente si dimenticano, perché la strada è da cornice ad uno scenario incredibile: distese interminabili, dove la neve rende ancora più affascinante un paesaggio incredibilmente bianco, ma per nulla ostile al 4Matic!

GLE , GLA , Classe X  c’è solo l’imbarazzo della scelta, per noi di ReporTMotori.it è l’occasione giusta per provare le qualità stradali dell’ultima arrivata in casa Mercedes-Benz, un pick-up che, abbina classe ad un comfort di marcia tipico della Stella a tre punte.
Saliamo con facilità disarmante, inserita la trazione integrale, nonostante l’asfalto inizi a ricoprirsi di neve, la Mercedes-Benz Classe X offre una motricità incredibile, raggiungere la vetta è un gioco da ragazzi per il Pick-Up “stellato”.
Tempo di una sosta veloce e si riparte, nel frattempo il manto stradale è totalmente ricoperto da neve e ghiaccio: è tempo di chiedere attivare il blocco del differenziale.
Motricità, stabilità, controllo del mezzo, nonostante diversi centimetri di neve, la Classe X inesorabilmente avanza verso la nostra destinazione finale, l’elettronica attenta e vigile, con un DSR che interviene agendo su freni e controllo di stabilità.
Fuori ci sono -8 gradi, all’interno dell’abitacolo, comodi sedili in pelle, complice un climatizzatore automatico velocissimo nel raggiungere la temperatura impostata (23 gradi), assicurano un comfort da vettura premium.

A distanza di venti anni, la luce della Stella a tre Punte della Classe M continua a brillare, questa volta sul Monte Grappa…

a cura di Marco Lasala
marco.lasala@reportmotori.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *