Renault Clio Cup Press League: la nostra prova in pista alla guida della Clio RS Turbo!

Una prima indimenticabile, una prova, speciale che lascia il segno, perché gli ingredienti ci sono tutti a cominciare dall’auto, una vera e propria macchina da corsa, un’arma micidiale tra i cordoli, il tutto ambientato in una cornice perfetta, quella dell’Autodromo di Modena: siamo presenti alle qualifiche dedicate alla seconda edizione della Press League del Trofeo Renault Clio Cup Italia .

Dodici posti, per un pomeriggio che si preannuncia divertentissimo, l’occasione è di quelle uniche, perché esser al volante di una Clio RS Turbo da gara, non capita tutti i giorni.
Meccanici che ci assistono, che preparano la macchina, che aiutano noi giornalisti a trovare la seduta perfetta per poi entrare in pista e lasciarci nel giro perfetto: sembra un sogno ad occhi aperti!

Tutto e pronto o quasi, perché dopo il sorteggio che mi vede nel turno, quello D, l’emozione sale a dismisura!
Il sound della Renault da gara entra prepotentemente nei timpani ma anche nel cuore, devo capire la macchina e soprattutto capire i miei limiti in pista, una confidenza che nel primo turno di libere mi vedrà impegnato come non mai, perché andare veloci con la Clio RS 1.6 Turbo non è assolutamente un gioco da ragazzi!
Al termine dei canonici 10 minuti di test, esco dalla vettura soddisfatto, con un sorriso a 64 denti: la vettura francese ha una tenuta di strada incredibile, perdona molto gli errori, ma richiede anche il giusto rispetto, perché ti porta giro dopo giro ad aumentare gas e velocità, ma il limite tra l’aderenza ed il testacoda è realmente sottile.
Ciò che impressiona è la frenata, la totale assenza di ABS ma anche del servofreno, impone un azione decisa sul pedale del freno ma anche una certa dimestichezza con l’auto, perché il bloccaggio delle ruote anteriori è alla porta, quindi, seguendo il suggerimento dei meccanici, in fase di scalata, se voglio direzionare la macchina, devo scalare ma agendo contemporaneamente sul pedale della frizione e sul paddle di sinistra!
Avete letto bene, il pedale della frizione!
Non mi era mai capitato di guidare una vettura da corsa con il pedale della frizione e con il cambio sequenziale: in partenza dopo aver agito sul tasto di accensione, tenendo premuto il tasto azzurro, quello “Gear”, devi spingere il pedale della frizione per entrare in prima marcia e sfrizionare per poi partire, stessa identica manovra che dovrà esser fatta quando si rientra ai box.
I colleghi sono velocissimi, staccano tempi pazzeschi, sono in quattordicesima posizione, manca poco per entrare tra i primi dodici!
Le qualifiche dureranno 15 minuti, è venuto il tempo di scatenare la mia passione…
Entro in pista, tempo un giro per riscaldare le gomme e inizio il mio giro lanciato: rettilineo, metto la quinta marcia, sono a poco più di 170 km/h, cartello dei 50 metri e stacco, paddle di sinistra, frizione e giù le marce, primo tornante a destra, sottosterzo, ed ecco uno dei punti più difficili del tracciato di Modena, questa S, strettissima, da tagliare, sottosterzo e giù di gas, per un’altra staccata che mi porta su di una seconda S da seconda marcia.
Curva a sinistra, terza, quarta e staccata, scalo, seconda e affondo il piede sull’acceleratore per cimentarmi sul traguardo…
Alla fine non rientrerò tra i “best” per pochi decimi, termino la mia sessione di prove con onore e soprattutto con grandissimo divertimento, una vera e propria auto da corsa la Renault Clio RS 1.6 Turbo, un bolide che merita di esser guidata al limite perché il suo limite è pressoché infinito.
In bocca al lupo ai miei colleghi che avranno la fortuna di disputare una tappa del Trofeo Renault Clio Cup Italia: divertitevi perché non capita tutti i giorni un’avventura simile!
Grazie Renault…

Calendario Clio Cup Press League:
• 9 aprile – circuito del Mugello
• 11 giugno – circuito di Brno (Repubblica Ceca)
• 25 giugno – circuito di Monza
• 16 luglio – circuito di Misano
• 10 settembre – circuito di Vallelunga
• 1 ottobre – circuito di Imola

a cura di Marco Lasala
marco.lasala@reportmotori.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *