TORM 2017 Artena : un inarrestabile Simone Morandi conquista la vittoria

Colpi di scena a non finire nella terza tappa del Trofeo Ohvale Rental Master 2017, per questa occasione ospite nella pista di Artena: con ben 84 piloti in 9 categorie diverse presenti in pista, Simone Morandi sgomina la concorrenza e vince la Champions senza lasciare possibilità di replica a nessuno, mentre l’assenza di Biagetti aiuta Grossi a fare il punteggio pieno e a portarsi in cima alla classifica del Trofeo Ohvale Privati. Sempre dal team Gladio Emanuele Curti centra la doppietta nella Under e recupera su Ricci. Vediamo nel dettaglio:

Champions: Simone Morandi
Lo potremmo definire il Maverick Viñales della situazione, ma forse sarebbe più appropriato definirlo lo Johann Zarco senza l’errore commesso in Qatar: Simone Morandi è arrivato in pista, si è messo la tuta e dal momento in cui ha acceso una GP0 è stato praticamente sempre in testa. Miglior tempo delle libere, “vittoria” nella pre-qualifica (anche se il miglior giro in quel caso è stato il 51’798 di Francesco Fracci), vittoria nella finale. L’uomo da battere era lui, e nessuno ci è riuscito; lo rivedremo sicuramente in pista per dare agli avversari la possibilità di rivincita. Fracci si è dovuto accontentare della seconda piazza, mentre a chiudere il podio ci pensa Fiorenzo Palli.

Piloti: Matteo Moretti
È di Matteo Moretti, pilota MG Racing Team, la vittoria nella seconda categoria della giornata. Con 43 partecipanti al TORM le categorie sono state aumentate a cinque, e nella ritrovata classifica Piloti è stato lui l’apripista. Dietro di lui a meno di due secondi si classifica in seconda piazza Giorgio Lombrici, seguito a sua volta ad altri tre secondi da Mirko Pagnotta.

Expert: Marco Isopo
Finalmente ritroviamo un Marco Isopo competitivo e veloce, che inizia la sua scalata per il 2017 verso le categorie maggiori. Con un best di 54’0 Isopo vince la categoria Expert con un buon margine, staccando di 2.442 secondi la Wild Card Massimo Castiglione e di altri otto decimi Andrea Battisti.

AMA: Alessio Massei
Altra riprova che le wild card che presenziano al TORM sono tutt’altro che lente, vince la categoria AMA Alessio Massei, alla sua prima apparizione nel TORM 2017. Dietro di lui il nostro Davide Tomei porta a casa la seconda piazza staccato di un secondo e quattro, e staccando a sua volta l’altra Wild Card Carlo Di Ciaccio, relegato a 5.775 secondi dalla vetta.

Chiodi: Daniele Cinelli
Chiudiamo con la gara dei Chiodi, vinta a sua volta da una Wild Card. È infatti di Daniele Cinelli la prima posizione, anche se Adriano Piccirilli (altra one shot) ha arrestato il cronometro a soli +0.276, il distacco più ridotto per questa edizione del TORM di Artena. Terza posizione per Carlo Cecchettani, che chiude il podio.

I Team: FG Corse
Dando uno sguardo alle classifiche di giornata, l’ FG Team si è dimostrato nuovamente il team da battere. Palli e Lombrici conquistano cumulativamente 114 punti e si portano in terza posizione, scalando rapidamente la classifica a sfavore del Teamando Forte Squadra Corse di Parissi e Dottori, che scende in quarta posizione. Tiene botta il team Smanettoni di Pagnotta e Costantini, che perde solamente sei punti dai vincitori della giornata e si mantiene capolista in classifica.

Le classifiche per peso
Passando alle classifiche per peso, vince la Light Francesco Fracci con 61 punti, seguito da un secondo posto a pari merito per Catalani e Caon, entrambi a 57 punti ma con Caon che conquista la seconda piazza visto l’ordine di arrivo della finale. Per la Medium è il “solito” Fiorenzo Palli a dettare legge, marcato stretto dalla new entry Giacomo Pettorali e Giorgio Lombrici. Nei pesi massimi è ancora Andrea Costantini a dominare la categoria, seguito sul podio da Matteo Pianozza e in chiusura dal sottoscritto Alex Dibisceglia.

TOP: il Team Gladio conquista Artena, Busiello nella 190 Master
Guardando il mero ordine di arrivo dei due event riguardanti il Trofeo Ohvale Privati, la supremazia della Ohvale GP0 190 è lampante. Il podio assoluto è monopolizzato da Busiello, Russo e Vargiu, che replicano quest’ordine di arrivo in entrambe le gare e che vedono quindi Busiello a punteggio pieno.
Andando ad analizzare le categorie il team che ha dominato questa edizione è chiaramente il Gladio, con Emanuele Curti vincitore di gara1 e gara2 per la categoria 160 Under, Gianmarco Ricci secondo in tutte e due le gare e Andrea Giombini a chiudere entrambi i podi. Situazione leggermente diversa per la 160 Over, dove il vincitore resta Stefano Grossi ( sia gara1 che gara2, adesso comanda la classifica davanti all’assente Biagetti), seguito nel primo event da Cassella e Di Renzi , e nel secondo event da Di Renzi e Tummolo.

PitBannati: Prima volta per la doppia griglia
Dopo un’attenta valutazione della situazione in griglia delle Pibike, si è deciso di strutturare le gare in modo diverso dalla tappa di Artena: si vedrà uno sdoppiamento delle classifiche che saranno composte in base ai tempi. La categoria Pro vedrà tutti i piloti con un tempo di qualificazione entro i 3 secondi dal miglior tempo della giornata, mentre la categoria AMA vedrà i piloti al di sopra di questo limite.
Per questa edizione, nella categoria Pro abbiamo nuovamente due podi speculari per gara1 e gara2: Vince Emanuele Solinas, seguito da Joseph Calascibetta (Team Ciatti) e da Paolo Surace (Shark Team). Situazione differente nella categoria AMA, che vede il primo event vinto da Matteo Scozzari, seguito da Luca Manini e Francesco Scuderi. Il secondo event è invece stato conquistato da Manini, che batte Scuderi e Francesco Zaccardelli.

Da Artena è tutto, prossimo appuntamento per il 23 Aprile alla pista “La Mola” di Rieti.

a cura di Alex Dibisceglia
Ufficio stampa TORM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *